Archivi

Andy Warhol – Biografia ed opere di questo originale artista statunitense.. re della Pop Art

. . . . La “Pop Art” ovvero Arte Popolare è una corrente artistica nata in Gran Bretagna nella seconda metà del ‘900 di cui Andy Warhol è stato uno dei principali ispiratori e maestri. Pittsburgh 6.8.1928 – New York 22.2.1987 RICORDO DI ANDY […]

via Andy Warhol – Biografia ed opere di questo originale artista statunitense.. re della Pop Art — IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

La “Pop Art” ovvero Arte Popolare

è una corrente artistica nata in Gran Bretagna

nella seconda metà del ‘900

di cui Andy Warhol è stato uno dei principali

ispiratori e maestri. 
Pittsburgh 6.8.1928 – New York 22.2.1987
RICORDO DI ANDY WARHOL RE DELLA POP ART
a cura di Tony Kospan
BREVE BIOGRAFIA
Nato a Pittsburgh in una famiglia d’origine slovacca e
dopo essersi diplomato nel 1949 inizia a lavorare
come grafico pubblicitario per alcune note riviste
ma svolge anche l’attività di vetrinista e di scenografo.
Presto inizia a creare delle pubblicità tutte sue e nel 1952
tiene la sua prima mostra di disegni alla Hugo Gallery di New York.
 Dal 1960 inizia a creare dipinti che si rifanno ai fumetti
ed alla pubblictà di grandi marche… ed inizia ad usare la serigrafia…
Successivamente affronta un’iniziativa molto più ampia la “Factory
una specie di officina creativa e collettiva d’arte di massa..
 Iniziano anche i suoi rapporti con Leo Castelli
che molta importanza avranno
nella diffusione sempre più ampia delle sue opere…
Intanto, per la sua “stranezza” nel proporre immagini consumistiche
la sua arte ebbe molte critiche negative.
 Infatti il fenomeno Warhol era molto discusso ,
e negativamente considerato, sia per la sua eccentricità
che per l’immagine trionfale del consumismo americano,
proprio negli anni in cui il mondo della cultura  
cercava di lottare contro di esso.
Ma le sue opere, nonostante questo,
 avevano un grande successo di mercato
forse perché appariva non molto nascosto il loro intento provocatorio,
e venivano esposte nelle mostre di tutto il mondo.
 Nel frattempo si dedicava anche al cinema con 2 cortometraggi
“Sleep” ed “Empire”.
Il 3 giugno 1968, una fanatica femminista frequentatrice della ‘Factory‘,
sparò a Warhol e al suo compagno di allora, Mario Amaya.
 Non morirono ma Warhol si salvò proprio per un pelo.
 Negli anni successivi e fino alla sua prematura morte,
in un ospedale di New York a seguito di un’operazione alla cistifellea,
si dedicò a creare degli happening multimediali
in cui si associavano varie forme d’arte
ed a rivisitare famosi capolavori…
(l’ultimo prima di morire fu “L’ultima cena”).
Venne sepolto a Pittsburgh
 che nel 1990 creò in suo onore
l’Andy Warhol Museum.
LA SUA VISIONE ARTISTICA
Egli cerca di evidenziare i simboli più evidenti
della società del suo tempo
ma affronta anche temi sociali veri come gli incidenti stradali
e la sedia elettrica.
Il suo stile, sembra non differire molto dalla realtà visiva di ogni giorno
e  può anche apparire quasi indifferente e/o banale,
 però colpì molto il mondo artistico e dei media del dopoguerra
 ed infatti tuttora è molto apprezzato.
  Andy fu ed è ancor oggi considerato
il massimo esponente della Pop Art.
  Tony Kospan
AMANTI DELL’ARTE ED ARTISTI…
I N S I E M E

Frazer – Morte e risurrezione di Osiride — l’arte dei pazzi

Nell’antico Egitto, il dio la cui morte e risurrezione venivano celebrate ogni anno con alternarsi di dolore e di gioia, era Osiride, la più popolare delle divinità egizie, e vi sono forti ragioni per classificarlo in uno dei suoi aspetti con Adone e con Attis, come la personificazione dei grandi cicli annuali della natura e […]

via Frazer – Morte e risurrezione di Osiride — l’arte dei pazzi

IL SENSO DELLA VITA – IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

La consapevolezza della condizione umana ed il susseguirsi delle stagioninon possono non farci meditare un po’ sul senso del nostro vivere. Golconde IL SENSO DELLA VITA E LA CONDIZIONE UMANAIN POESIA ARTE AFORISMI CANZONI E… a cura di Tony Kospan Non possiamo non constatare che, nonostante l’enorme progresso tecnologico,la natura ci domina con la sua […]

via IL SENSO DELLA VITA – Poesie.. aforismi.. dipinti e canzoni ci parlano di questo tema fondamentale — IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

Image du Blog patty64.centerblog.netImage du Blog patty64.centerblog.netImage du Blog patty64.centerblog.netImage du Blog patty64.centerblog.netImage du Blog patty64.centerblog.netImage du Blog patty64.centerblog.netImage du Blog patty64.centerblog.net

Aspro confronto tra sindaco Zedda e studenti cagliaritani

Sono ancora sconvolta dalla visione di questo video, sembra che una legittima richiesta di presa visione di una problematica sia ridotta a una questione personale, voglio immaginare sia solo una questione di “comunicazione”, certo vista l’alta criticità dell’istruzione artistica Cagliaritana, dove l’alta formazione artistica è assente nel 2017, quel “dimmi che richieste hai e ti dirò chi sei” seguito da tutte quelle risate in sottofondo non è proprio il massimo dell’educazione ad un vivere ed un sentire educativo, pedagogico e didattico comune.

Quando ero ragazza e una scuola aveva un problema di solito accadeva che tutte le altre scuole si mobilitavano , e partecipavano alle manifestazioni: c’era una cosa che oggi non esiste più e che si chiamava “movimento studentesco”

Oggi invece il sindaco di Cagliari Massimo Zedda , piuttosto che informare gli studenti su come il comune intende risolvere i problemi,  li accusa  di egoismo perché ignorano le altre priorità

Un Romer anche ai tempi di Luca Giordano

Luca Giordano Annunciazione, 1672

 

“C’era a quei tempi nella città di  Napoli un mercante di quadri, tal Romer,  abilissimo nella sua professione e capacissimo nel distinguere le tele antiche. Costui comprava quadri anche da Luca Giordano, ma essendo questi ancora molto giovane  pagava poco i  suoi quadri trattandolo da principiante. Offeso di ciò Luca, e volendo vendicarsi , dipinse alcune tele alla maniera di Tiziano e del Tintoretto e fece in modo che altri le portassero  al Romer come se fossero di quei pittori: esse furono infatti credute tali e pagate bene.
Poco dopo andò Luca da Romer a portare un quadretto, ma poi che quello al solito voleva pagarglielo poco, Luca disse: “Eppure altre volte mi avete pagato di più!”. E siccome l’altro insisteva che ciò non era vero, Luca gli additò i quadri che poco prima Romer aveva comprati come Tiziani e Tintoretti, e gli fece vedere che erano suoi e che erano stati anche, in un angolo nascosto, firmati da lui. Il Romer allora si stizzì d’esser stato burlato, tanto più che teneva alla sua fama d’intenditore di quadri. Ma Luca lo calmò con dolci parole e promettendogli di fargli altri quadri”.

JANNIS KOUNELLIS HA PRESO LE SUE MANI D’ARTISTA E SE N’E’ANDATO NEL PARADISO DEGLI ARTISTI UN LUOGO DI MAGIE

cane

 

Oggi è “Un giorno triste”, ha commentato in un tweet il ministro della cultura Franceschini , “ci ha lasciato un grande maestro, italiano per adozione, che con la sua opera ha segnato l’arte contemporanea”. Nato in Grecia, al Pireo, nel 1936, a vent’anni Kounellis arrivava a Roma per studiare all’Accademia delle Belle Arti e nella città eterna ha iniziato a costruire la sua lunga e fortunata carriera.

L’ARTE DI KEITH HARING

MAESTRA PAMELA

Keith Haring (Reading, 4 maggio1958New York, 16 febbraio1990) è stato un pittore e writerstatunitense.

Ho realizzato un poster (28 pezzi – cm. 120 altezza x cm. 147 larghezza) di un famoso quadro di Hering, sotto riprodotto, per fare dei gruppi di lavoro, proiettare l’originale alla LIM, assegnare a ciascun allievo una o più tessere del quadro per colorarle e poi procedere al loro assemblaggio, come è stato fatto, più in grande, dagli allievi dell’Istituto Comprensivo di Erchie (Brindisi) – Scuola Secondaria di I° grado con il murales “Tuttomondo” e del cui lavoro si riportano più sotto una descrizione dell’opera e un video delle diverse fasi per la sua riproduzione. 

POSTER/QUADRO DI KEITH HERING
DA STAMPARE

In Italia, a Pisa, sulla parete della Chiesa di Sant’Antonio Abate, si trova l’ultima opera pubblica, realizzata nel 1989, da Hering: il murales Tuttomondo. Esso…

View original post 59 altre parole

Linda Le Kinff

Linda Le Kinff Grazie ai suoi colori forti e scene calde, i collezionisti amano sue opere. Nei suoi dipinti con tecnica mista, Le Kinff esprime i sentimenti e le emozioni “apparentemente” indescrivibili e cattura con un stile unico una miriade di scene, che si tratti di musica o momenti intimi nella vita dei suoi soggetti.

via Linda Le Kinff- musica e colori — Arteè

“Museo Segreto”dell’Arte Erotica di Napoli — tramineraromatico

Originally posted on Venet’s: Quando le antiche città romane di Pompei ed Ercolano sono state rinvenute da sotto la cenere vulcanica ai piedi del Vesuvio, a metà del 18 ° secolo, i materiali emersi dagli scavi hanno portato alla luce un certo aspetto del mondo antico, che ha causato grande fascino e imbarazzo in…

via “Museo Segreto”dell’Arte Erotica di Napoli — tramineraromatico